Once upon a time…

ita – engesp 

Cover

Nei giorni scorsi, con delle colleghe, parlavo del percorso estetico delle donne. Quasi tutte passano una fase difficilissima, tra elementari e medie: goffe, troppo secche, troppo cicciottelle, con peli, apparecchio, occhiali, sopracciglia unite… Io, per esempio, sono stata un ragnetto peloso dagli 8 ai 13 anni (avevo persino “il baffo” quell’apparecchio infernale da Hannibal Lecter). Poi sono diventata più aggraziata ma, fino almeno ai 17, mi sono tormentata con mille complessi: per le gambe storte, il sedere piatto, il seno piccolo, le ginocchia a punta, la schiena curva, la pancetta… Poi è successo che non sono cambiata di una virgola, ma ho smesso di vergognarmi. Al liceo un vestitino a fiori, corto, stretto sul seno e con le balze, non l’avrei messo nemmeno sotto tortura. Eppure oggi…

foto 4-2

Two days ago, with some colleagues, I was speaking avout the aesthetic changment of women. Most of us have passed through a difficult phase, during adolescence: clumsy, too thin, too fat, hairy, with glasses, mono eyebrows… For example, I was a sort of hairy spider from 8 to 13 years (I also had that infernal thing that made me look like Hannibal Lecter). Then I became more graceful, but at least up to 17 yo, I was tormented with a thousand of complexes: for crooked legs, flat butt, small breasts, pointed knees… Then it happened that anything changed, but I just stop being ashamed by my body. At that time, I would never wear a flowered dress like this, even under torture. Yet today…

En los últimos días, con algunos colegas, estabamos hablando de los cambios estético de las mujeres. Casi todas hemos pasado por una etapa difícil, en la adolescencia: torpes, demasiado secas, demasiado gorditas, peludas, con gafas, con cejas unidas… Yo, por ejemplo, yo era una especie de araña peluda, entre los 8 y los 13 años (tenia incluso aquel aparato para los dientes que me hacia igual a Hannibal Lecter). Luego mejoré un poco, pero hasta los 17, me he atormentado con miles de complejos: piernas torcidas, senos pequeños, rodillas puntiagudas, barriguita… Luego sucedió algo increible: nada. O sea, todo quedò igual en mi cuerpo, pero dejé de sentirme avergonzada por mi aspecto. Hasta aquel momento, nunca me habria puesto un vestido asì: colorado, corto, apretado en el pecho… ni siquiera bajo tortura. Sin embargo, hoy…

foto 1-2 foto 3-3 foto 3-1 foto 2-2 foto 1-4– – –
Dress: Zara TRF
Shoes: also here

Annunci

15 comments

  1. Buongiorno , sei una bella ragazza .il vestito é carino , ma io lo porterei senza scarpe con tacco , magari con l’infradito. mi sembra un vestito da usare quando si é al mare , per una festa in spiaggia. un sorriso 🙂 Viola

    1. si, di solito lo porto così infatti! in questo caso avevo a disposizione un bagaglio mini e ho messo in borsa solo cose che potevano avere doppio uso (sera/spiaggia), ma in generale concordo con te, i sandaletti bassi sono la scelta più consueta.

  2. ragnetto peloso??? sei bellissima credimi, il vestito è molto carino e secondo me hai fatto bene a mettere i tacchi, tra l’altro molto belli, potresti metterlo anche con gli infradito, cosa che sconsiglio, magari con un sandalo basso… stai divinamente davvero credimi…
    New post da me ti aspetto!!!

  3. mi piace un sacco il vestito! la fantasia è allegra e estiva, il taglio anche se a balze (il mio terrore) non penalizza assolutamente, anzi! ci piace, e basta 😀

    1. le balze sono un po il terrore di tutte, diciamolo… io senza i tacchi sembro un quadratino, perché non ho il punto vita molto definito e le balze non aiutano… però quel giorno, combinato così mi piaceva….
      grazie per essere sempre carina 🙂

  4. Il vestitino è molto carino. I tacchi valorizzano le balze e danno maggior movimento. Un paio di sandaletti flat non avrebbero rovinato l’insieme ma avrebbero reso l’outfit unicamente più sbarazzino. In entrambi i casi non avresti sbagliato! 😉

  5. mi piace il fatto che hai deciso di osare con i tacchi su un vestito molto da spiaggia e devo dire che mi piace il risultato,e sono del tutto d’accordo con te riguardo le mille paranoie che nascono nell’adolescenza (ci combatto ogni giorno) hahaha 😀

    1. poi quando diventi più grande ti dici: ma se ero così carina con tutte le mie imperfezioni… ma perché non me la sono goduta?!?
      io comunque ho un passato da iper complessata.
      e se tornassi indietro col cavolo che mi farei influenzare così tanto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...