Female Portaits

ita – engespCover

Questa settimana ho rivisto, dopo anni, una amica di vecchia data: l’amica del liceo. Le nostre vite sono andate diversamente da come sognavamo ai tempi della maturità e insieme riflettevamo sui cambiamenti, su come a volte si abbia la percezione netta di essere cresciute in un solo istante. Succede qualcosa e in un attimo ci si ritrova adulte. Ci siamo raccontate a questo proposito le reciproche difficoltà: costruirsi il futuro, la precarietà, il maschilismo sul lavoro… ma lei ha avuto un’esperienza che ho trovato davvero scoraggiante. Dopo anni di esperienza nel terzo settore (quello delle onlus, per capirci) era convinta che quella sarebbe stata la sua strada: l’etica prima di tutto, lavorare per un fine nobile, sentirsi in famiglia… credeva nel progetto. Tutto a meraviglia, insomma, fino a quando è rimasta incinta e la Onlus in questione le ha dato il benservito. Tanto aveva un contratto a progetto… Capiamoci, queste cose capitano di continuo e sono ripugnanti qualunque sia il perpetrante, ma non posso fare a meno di pensare che se a farlo è una Onlus ci sia qualcosa di inquietante. Le aziende possono avere bisogno di licenziare, la crisi esiste e non sto negando che possa presentarsi il problema critico di dover ridurre il personale, ma lasciare a casa una persona che sta rientrando dalla maternità è immorale. La mia amica è in gamba, per sua fortuna, e pian piano sta ricostruendo la sua strada, ma la sua storia mi ha colpito moltissimo. Una società che non è in grado di tutelare la maternità e le donne è incivile, è il terzo mondo. E nessuna Onlus ci salva da questi mostri.frida-kahlo-le-due-frida-1939

Two Frida (Frida Kalho)

This week I met, years later, an old friend from high school. Our lives have turned out differently from what we dreamed in that years and together we reflected about changes, about being raised in a single instant. Something happens and in a single moment we become adult. She have had an experience that I found really daunting. After years of experience in the sector of non-profit organization, she was convinced that was her way: to work for a noble purpose, to feel in a family…  until she got pregnant and this non-profit organization fired her. She had a light contract… This sort of things happen all the time and they are always repugnants, but I can not think that if the guilty is a non-profit organization there is something disturbing. Companies may need to fire, the crisis exists and I’m not denying that the critical problem of reducing staff could exist, but to fire a woman who is returning from maternity is immoral. My friend is smart and she is slowly rebuilding her way, but her story struck me deeply. When a society is unable to protect maternity and women is uncivilized, it is the third world. And no non-profit organization will save us from these monsters.

Gustav-Klimt-1862-1918.-Mother-and-Child-2

Mother & child (Gustav Klimt)

Esta semana he visto, despues años, mi mejor amiga del colegio. Nuestras vidas han sido distintas de lo que soñabamos en aquella epoca y juntas hemos reflexionado sobre los cambios y cómo a veces hemos tenido la clara percepción de haber cambiado en un solo instante. Algo sucede y en un momento somos adultas. Nos hemos contado nuestras dificultades para construir el futuro y ella tenía una experiencia que me pareció muy desalentadora. Después de años de experiencia en una organización sin fines de lucro estaba convencida de saber cual fuese su camino: ética en primer lugar, creer en un proyecto… Todo de maravilla. hasta que se quedò embarazada y la organizacion la despediò. Pues, este tipo de cosas suceden todo el tiempo y son repugnantes cualquier sea la empresa que lo hace, pero no puedo dejar de pensar que si lo hace una organización sin fines de lucro, hay algo inquietante. Las compañías pueden necesitar de despedir gente, existe la crisis y no voy a negar que se puede introducir el problema grave de reducir el personal, pero hacerlo a una mujer que regresa de la maternidad es inmoral. Mi amiga es inteligente y está reconstruyendo lentamente su camino, pero su historia me impactó muchisimo. Una sociedad que no es capaz de proteger la maternidad y las mujeres no es civilizada, es el tercer mundo. Y ninguna organización sin fines de lucro nos salva de estos monstruos.Gala

Gala (Salvador Dalì)

Egon_Schiele_-_Seated_Woman_with_Legs_Drawn_Up_(Adele_Herms)_-_Google_Art_Project

Woman (Egon Schiele)

agentileschi4

Artemisia Gentileschi

à espera_paola regoA Espera (Paula Rego)

Annunci

5 comments

  1. …tristissime queste storie, mi vergogno di vivere in un paese come questo!
    Auguro alla tua amica di trovare una strada nuova, migliore!

    1. Grazie, sai?! Ci sono post che non mi importa particolarmente se vengono letti, a volte so che si guardano solo le foto e fa parte del gioco, va bene così… ma a questo tenevo. 🙂

      1. …lo credo, dietro queste storie ci stiamo tutti perché i figli (io non ne ho) sono il nostro futuro.

      2. Esatto, ma potremmo anche esserci state, perché poteva succedere alle nostre mamme… ci riguarda tutti: figli, madri, mariti… imprenditori, lavoratori…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...